Racconto giallo

Il mistero di casa black

…continua.

… dalle fessure del piano di sopra sta sgocciolando qualcosa. Giorgio si fa coraggio insieme ai suoi amici e sale le scale piano piano; appena Charlie tocca il primo scalino, sente che il suo piede s’immerge in una pozzanghera, abbassa la testa e vede una chiazza rossa di sangue e d’improvviso un grido avvolge la casa Black!
Coraggiosamente, la banda arriva all’ultimo scalino e nel volto dei ragazzi si scolpisce uno sguardo impaurito.
Davanti a loro si presenta un cadavere seduto sopra ad una sedia a dondolo.
Martino è talmente sconvolto che inizia ad allontanarsi indietreggiando e… i ragazzi si girano e Martino non c’è più.
I ragazzi scappano di corsa, ma Sofia dice:- No, Martino è mio amico e non me ne vado se lui non è con noi.
Iimprovvisamente la porta si chiude alle sue spalle. Inizia a correre, correre e correre… alla fine apre una porta, scende una rampa di scale e trova Martino legato a una sedia.
Intanto Giorgio e Charlie vanno ad avvisare la Polizia.
Nel frattempo Martino dice a Sofia:- Attenta!
Sofia fa in tempo a girarsi, prima che un uomo vestito di nero la colpisca, ma non perde i sensi e sente abbaiare da un armadio lì vicino. Rapidamente lo apre ed esce un grosso alano che si avventa contro l’uomo e lo fa cadere a terra. Il tempo che l’uomo si rialzi, Sofia e Martino, seguiti dal cane, sono già fuori dalla casa Black.
Appena arrivata la Polizia seguita dai due amici, i bambini li conducono all’interno della casa , ma non c’è traccia né di sangue, né di cadavere e i poliziotti, innervositi, dicono loro:- Non si fanno certi scherzi! E se vanno.
Charlie domanda a Martino e Sofia:- In quanti erano gli aggressori?
– Non lo so, noi ce la siamo date a gambe grazie a questo cane che da oggi sarà un nostro fedele amico e comunque in quella casa non ci metto più piede. Risponde Martino, ma non fa in tempo di finire la frase che Sofia esclama:- Anch’io non ci voglio rimettere la pelle!
E Giorgio :- Questo bel cane assomiglia a Scooby Doo! Lo chiameremo Fred.
E il cane è portato a vivere da Sofia, fino a quando un giorno…

Continua tu…

Pontremoli Seconda B , Ic "Ferrari" Giacomo , Luca, Anna, Alexandra e Maddalena.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in il mistero di casa black. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Racconto giallo

  1. anonimo ha detto:

    Complimenti per l’attività

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...