Racconto giallo

Il mistero di casa Black

… continua.

A sorpresa di tutti Sofia dice: – No, il vetro serve a spianarci la strada! Così dicendo tira un sasso contro la finestra producendo un gran baccano. Tutte le autorità corrono a vedere cos’è successo, così i ragazzi possono entrare facilmente dalla porta principale. Appena entrati, notano alcune pallottole conficcate qua e là ed una pistola diversa da quella trovata precedentemente. Infatti questa non ha una marca precisa, bensì un’ unica incisione spicca sull’impugnatura: "Black".
Quella casa comincia a dare sui nervi a Martino, che ne ha un terrore profondo, ma insieme i ragazzi vogliono scoprire chi ci vive, anche se la paura è tanta. Pensano allora di chiedere di accompagnarli al padre di Giorgio, che annuisce malvolentieri. La mattina dopo, appena alzati, vanno in quel lugubre palazzo. Il padre di Giorgio, Giacomo, molto preciso, suona il campanello e…

Continua tu.

Mirco, Seconda B.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in il mistero di casa black. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...