Racconto giallo

Il mistero di casa black

… continua.

– Accidenti! Lo sapevo! Dice il poliziotto.
I ragazzi, seguiti dal papà di Giorgio, malcontenti, tornano in caserma.
Giacomo dice alla sua collega di indagare sui nomi dati dal commesso del negozio di tatuaggi.
Dopo un’ora la collega, di nome Camilla, dice a Giacomo: – Dei nomi che mi hai dato, ce ne sono una ventina, che almeno una volta hanno commesso un reato.
Allora, Charlie dice a Camilla: – Dobbiamo scoprire chi è la vittima, ma dove l’avrà nascosta?
– Scusate bambini, ma non ve lo ricordate com’ era la vittima? Dice Camilla, rovistando in mezzo ai fogli.
– So solo che era orripilante! Interviene Sofia.
-Taci, vanitosa! Ribatte Martino, che negli ultimi tempi non la sopportava più.
– Io me lo ricordo, mi sembrava una persona rispettabile, visto da come era vestita…
– Si intravedeva un riflesso sugli occhi, probabilmente aveva gli occhiali!
Appena Giorgio finisce la frase, lo interrompe Charlie.

Continua tu…

Anna , Luca, Maddalena e Alexandra  Seconda B "IC Ferrari".

Questa voce è stata pubblicata in il mistero di casa black. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...