Racconto giallo

Il mistero di casa Black

… continua.

– Scusa se ti ho spaventato  , non ti voglio far del male, non sono un assassino  . Dice Giacomo.
– Va bene , ma ora vattene, Harold Lee, non ama ricevere visite, soprattutto quando non sono previste. Risponde il segretario  .
– No, io non me ne vado, sono della polizia e voglio passare. Continua il poliziotto.
– No caro, io non ti faccio passare e se non te ne vai chiamo la polizia! Ribatte il segretario con un tono di voce molto alto.
– Ora sono stufo  , fammi passare! Dice nervoso  battendo un piede per terra.
Dopodichè il poliziotto, ormai spazientito spinge il segretario di Harold Lee e, insieme ai ragazzi, inizia a cercare la stanza di controllo, da cui si possono tenere controllate tutte le sale del museo.
Allora Giorgio mentre cerca la stanza insieme agli altri, vede che il segretario parla al telefono, ma non capisce quello che dice.
Appena aprono una stanza vedono che una persona incapucciata  sta scappando dall’uscita di sicurezza, allora i ragazzi lo inseguono e Giacomo urla:- Ehi!!! Fermatevi!!!!
– Prima ho visto che il segretario parlava, si vede che avvisava l’assassino di fuggire! Dice Martino
Ma ormai è lontano e si arrendono, allora tornano al punto in cui vedono il segretario, ma non c’è più  anche lui.
Subito indagano tutte le stanze, ma ecco ch all’improvviso  vedono che in fondo a un corridoio c’è un rampa, subito scendono le scale ed ecco che vedono una porta.
– Ma è scassinata!!! Dice Sofia.
– Si vede che era chiusa a chiave e l’assassino o i ladri l’hanno scassinata  . Interviene Martino.
Entrano e vedono che per terra c’è un uomo, subito cercano di alzarlo e vedono che sta riprendendo i sensi.
– Dei ladri… Mi hanno lanciato qualcosa in testa , non so cosa cercavano  !! Dice il vero guardiano del museo.
– Ma è la stanza di controllo. Dice Sofia.
– Charlieeeeeeeeeeeeeeeee!!! Urla Martino.
Subito Giacomo, il guardiano, Sofia e Giorgio guardano il punto, cui il ragazzino indica  e non credendo ai loro occhi  se li sfregano  ,a parte il guardiano.
– Ma è Charlie!! Esclama Sofia.
Dopo averlo slegato, i ragazzi e Giacomo lo abbracciano.
– Quanto ci sei mancato!! Dicono in coro il Giacomo, Martino, Giorgio e Sofia.
Dopo aver abbracciato  Charlie, fatto domande, Giaocmo dice al guardiano:- Miraccomando non dire niente a nessuno, chiama solo i carabinieri, ma non dire che noi siamo stati qui, ci conto. Buonasera.
– Ma perché sono venuti proprio nel museo a intrappolare Charlie? Chiede Martino.
– "La Gioconda"  ! Esclama Charlie.
Subito i ragazzi corrono nella sal, insieme al guardiano e vedono che "La Gioconda" è sparita.
– L’hanno rubata!!! dice Sofia.

Charlie, Giacomo, Martino, Sofia e Giorgio tornano in albergo e Charlie saluta Camilla.
– Domani, visto che abbiamo ritrovato Charlie, torneremo a casa  . Dice Camilla.
– No, vi prego, ancora due giorni, io non l’ho vista Parigi  !! Dice Charlie mentre accarezza Fred.
– E va bene, tanto alle vostre mamme, ho detto che avremmo ritardato di tre giorni. Dice Giacomo.

Continua tu…

Luca , Seconda B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in il mistero di casa black. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...