Racconto giallo

Il mistero di casa Black

… continua.

…arrivati all’aereoporto si dirigono verso l’aereo  e salgono, mentre si guardano in giro per vedere se c’è la finta hostess che ha aiutato l’assassino .
Loro non vedono nessuna hostess che le assomiglia e allora arresi, si siedono sui sedili dell’aereo.
A metà viaggio ecco che Giorgio, dopo aver mangiato due gelati alla stracciatella  e fragola , deve andare in bagno urgentemente.
Giacomo lo accampagna alla toilette, ma c’è un sacco di gente  in fila. Lui non resiste più, allora inizia a spingere tutti e riesce ad andare in bagno in tempo. Per fortuna!
– Mamma mia! A momenti me la facevo a dosso! Dice Giorgio appena uscito dal bagno.
Giacomo si scusa con le persone per essere passato avanti e dopo ritorna dagli altri amici.
Dopo circa un’oretta buona, i ragazzi scendono dall’aereo e divisi salgono su un taxi.
Prima di lasciare l’altro gruppo Giacomo dice:- Camilla tieni questa pistola non si sa mai, al mondo d’oggi non c’è da fidarsi di nessuno! Ci vediamo dopo ragazzi, ciao.
Il viaggio sul taxi è tranquillo e arrivano a casa sani  e salvi  .
Riuniti i ragazzi e i due poliziotti si dirigono verso casa .
– Che viaggio movimentato! Per voi no, ma per me! Dice Giorgio sbuffando .
Ognuno si dirige a casa propria, appena arrivati salutano i genitori, li abbracciano  e iniziano a chiacchierare sul viaggio contenti di rivederli .
Il mattino seguente, purtroppo, i ragazzi vanno a scuola.
– Uffa ! Io non ne ho assolutamente voglia di ritornare a scuola! Esclama Giorgio.
– Va beh! Tanto io in classe non faccio niente! Cioè, a dire il vero mi limo le unghie e poi basta non stare attenti e il tempo passa. Dice Sofia con aria da vanitosa.
– Sempre la solita "modella", tanto poi durante le verifiche sul foglio, o lo consegni bianco  o ci scrivi  come si limano le unghie, vero!? Ribatte Martino.
– Su ragazzi è ora di entrare in classe. Interrompe la conversazione Charlie.

Continua tu…

Luca , Classe Seconda B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in il mistero di casa black. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...