Le latitudini estreme

Scheda di geografia:

Le latitudini estreme.

Le aree intorno ai poli.
Nelle latitudini estreme la temperatura è molto fredda e non c’è una vegetazione rigogliosa. Le zone più fredde sono le regioni polari che sono sempre ricoperte di ghiaccio e sopravvivono poche specie viventi. Nell’emisfero boreale ci sono due ambienti: la taiga e la tundra, che non sono presenti nell’emisfero australe.

La Taiga.
La taiga è un territorio su cui si estendono immense foreste di pini, abeti, larici e betulle.
La temperatura è annua è tra i 2 e 6°C. Gli inverni sono molto lunghi e intensamente freddi, invece le estati sono corte e fresche. Per via del clima poco ospitale, in questo territorio si trovano solo il bue muschiato, la renna e il caribù, e in minima parte (in via di estinzione perché cacciati dall’uomo) il lupo, l’orso bruno siberiano e la volpe.
La foresta della taiga è definita uno dei "polmoni" più grandi della terra, anche se minacciato, dai disboscamenti dell’uomo.

La tundra.
La Tundra è un territorio pianeggiante, ricoperto di neve e di ghiaccio per quasi tutto l’anno, infatti, d’estate quando il freddo diminuisce, il terreno si sgela e il suolo si copre di muschi e licheni. Nei mesi estivi anche gli animli della taiga si spostano nlla tundra.

Le regioni polari.
La regione polare dell’emisfero boreale, è un’immensa calotta di ghiaccio che va in profondità fino ai due chilometri. Fanno parte delle regioni polari anche la Groenlandia e il Labrador, che sono ricoperti da uno strato di ghiacio profondo una chilometro e mezzo per tutto l’anno.
In questa regione la flora e la fauna sulla superficie non sopravvivono facilmente, al contrario la fauna del mare o nel mare, che prospera molto, come orsi bianchi, foche, trichechi, uccelli marini, balene e molte altre specie di pesce.
La regione polare dell’emisfero australe, a contrario di quella boreale, è costituita da terraferma: l’Antartide. Questa è attraversata da altipiani e catene montuose ed è ricoperta di ghiaccio di uno spessore cha varia dai due ai quattro chilometri. La temperatura può raggiungere i 50°C sotto lo zero.
Le regioni costiere dei continenti sono occupate dai pinguini, dalle foche, dagli elefanti marini, dai gabbiani, dalgi albatros e dalle procellarie, invece i mari ono occupati dalle balene e dalle orche.

Che cosa è l’iceberg?
L’iceberg è una parte della calotta di mare ghiacciato che si è staccata per lo sgretolamento della banchisa polare dovuto all’aumento delle temperature. Gli iceberg possono essere molto pericolosi per le navigazioni, poiché sono spesso quasi invisibili perché coperti dalla nebbia e dall’oscurità, quindi una nave ci potrebbe battere contro, portando moltissimi danni.

Da: G. Monaci, B. Ragazzi, Mappamondo 3, Archimede Edizioni.

Michelangelo, Terza B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in schede di storia geografia. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Le latitudini estreme

  1. anonimo ha detto:

    Grande Miky sei stato veramente bravo!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Nicolò e Joshua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...