Racconto d' avventura

I MISTERI DEL SUDAFRICA

…continua.

I ragazzi si girano, e vedono il foglio dell’ indizio, ridotto in un mucchietto di cenere, ma Tom, con ancora un po’ di speranza, guarda se si può leggere ancora qualcosa e con entusiasmo vede, in mezzo alla cenere, una specie di pellicola, la prende con delicatezza e la fa vedere a tutti. Allora Alice domanda:- Ma cos’è quella? Quindi Sharon dice, con superbia:- Sembrerebbe una pellicola, prova a portarla al sole!! Tom, subito, prova e riesce a intravedere la parola "vulcano" ed esclama:- Brava Sharon!! Adesso però, dobbiamo andare ad informarci in città. Alice, invidiosa di Sharon, sbuffa, e segue gli altri verso la macchina di Stevenson; arrivati, partono per il centro. Durante il viaggio, Alice pensa al suo libro, Ma giunti in città devono trovare una libreria per cercare quali e dove sono tutti i vulcani del Sudafrica, quindi fermano un passante e chiedono indicazioni. Una volta arrivati, cercano subito il reparto del Sudafrica e dopo un po’ di ricerche, scoprono che ci sono solo due vulcani. Quindi Tom esclama:- Ma come facciamo a sapere quale è quello giusto!! Non so ribatte Sharon. Allora Alice dice:- Guarda i nomi dei vulcani, magari uno è scritto sulla pellicola. Tom dice:- Uno è vicino a Città del Capo e un altro è vicino a Joannesburg. Consultiamo la pellicola ribatte Alice. Poi Tom prende la pellicola e la punta verso la luce e dice:- Il vulcano giusto è quello che si trova a Città del Capo, dai andiamo, dobbiamo sbrigarci!!
Quindi il gruppo di amici va alla macchina e si mette in viaggio. Arrivati, si accorgono che per un tratto di strada dovranno continuare a camminare a piedi per la strada interrotta; Alice esclama:- Scusate, ma come facciamo a sapere dove andare??? Tom dice:- Non so, dividiamoci e guardiamo se troviamo qualche indizio. Allora i ragazzi si guardano intorno e dopo circa mezz’ ora Sharon urla:  – Venite subito!!!!! Quindi Tom ed Alice corrono e giunti da Sharon si trovano davanti ad una porta gigantesca, allora i ragazzi si avvicinano e…vedono con tristezza un tipo di sigillo e…

Continua tu…

Michelangelo, Nicolò di terza B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in i misteri del sudafrica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...