Diario di Carnevale

Ieri era l’ultimo giorno di

CARNEVALE

ed io mi sono vestito nel primo pomeriggio da clown con un  vestito variopinto e un cappello coi sonagli che avevo acquistato al Carnevale di Cento (Fe) e mi sono recato a Filattiera dai miei cugini. Nella piazza del Castello ho iniziato a giocare con le stelle filanti ed i coriandoli. Poi con mio cugino mi sono recato in una viuzza dove passa poca gente e così abbiamo strappato alcuni fili d’erba e foglie d’alloro e vi abbiamo spruzzato sopra le stelle filanti  e le abbiamo stese su una scalinata; il pomeriggio si è concluso con la merenda.
Alla sera ero a cenare in campagna da mia nonna che verso le 19,15 ha acceso il tradizionale falò di Carnevale. Abbiamo cantato intorno al fuoco la filastrocca di Carnevale:

Carnaval i’ è un galantom:
cun la bucca i’ basa al don
cun i pé i’ a fa balar
VIVA VIVA CARNUVAL!

Dopo la cena, era molto variopinta, perché, dopo l’antipasto, vi erano i tortelli fatti in casa colorati con i colori carnevaleschi.

Oggi è iniziata la Quaresima con il mercoledì delle Ceneri.

Fabio, prima B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in diari, eventi, territorio e folclore. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...