Ho letto un libro

Le lacrime dell’assassino

Titolo: Le lacrime dell’assassino.
Autore: Anne-Laure Bondoux.
Casa editrice: Edizioni San Paolo.
Anno: 2004.
Genere: romanzo.
Protagonisti: Angel Alegrìa e Pablo Poloverdo.
Altri personaggi: Luis Segunda e Ricardo.
Argomento: Nell’estremo sud del Cile, dove il deserto finisce e comincia il mare, vive in una fattoria un bambino di nome Pablo Poloverdo con i suoi genitori. Pablo passa le giornate ad inseguire i serpenti e a correre nelle aride distese rocciose del Cile. Tra i visitatori che di tanto in tanto si ritrovano casualmente in quella terra, un giorno arriva Angel Alegrìa, un assassino che dopo una vita di crimini, furti e omicidi si trova a girovagare per tutto il Cile in fuga dalla polizia. Arrivato alla casa dei Poloverdo, in uno scatto di follia uccide i genitori di Pablo e da quel giorno cominciano a vivere insieme. Pablo con il passare degli anni si affeziona ad Angel e lo considera come un padre. Un giorno, arriva alla fattoria Luis, un forestiero che poi si ferma a vivere con loro. Dopo circa un anno le pecore della fattoria muoiono tutte e i tre si trovano costretti ad andare in città per comprarne altre. Lì, dopo una serie di eventi e colpi di scena, Pablo trovandosi in un momento di tristezza scappa e vuole uccidersi. Allora Angel comincia sfrenatamente le ricerche e dopo aver portato scompiglio in città con il suo cavallo mentre correva, riesce a trovare Pablo e lo convince a cambiare idea. Luis dopo essersi innamorato prende la metà dei soldi di Angel e parte, convinto di voler fare il giro del mondo. Ormai sconvolti Pablo e Angel tornano a casa e durante il viaggio incontrano un boscaiolo di nome Ricardo che li accoglie per qualche giorno in casa sua. Una sera, Ricardo mette della musica e a Pablo tornano in mente ricordi che credeva ormai perduti e Angel decide di affidare Pablo a Ricardo per permettergli di vivere una vita felice. Durante la notte Angel scappa e il mattino seguente arriva un automobile da cui scendono dei poliziotti che accidentalmente uccidono Ricardo, credendo che fosse Angel, poi prendono Pablo e lo portano via. Intanto Angel viene catturato grazie ad un identikit e condannato a morte. Pablo poi, al raggiungimento della maggiore età, torna nella vecchia fattoria in capo al mondo e lì trova un sacco di cartoline che gli erano state spedite da Luis. Un giorno Pablo incontra la postina che aveva consegnato le lettere, se ne innamora e insieme hanno una figlia che Pablo ha voluto chiamare Angelina in onore di Angel.
Giudizio: questo libro mi è piaciuto molto perchè unisce il sentimento all’avventura ed è molto coinvolgente perché mi rendeva ad ogni pagina sempre più interessato. L’ho letto facilmente perché i discorsi sono molto comprensibili, ma ho anche imparato tante nuove espressioni. E’ un libro che consiglio vivamente a tutti.

Leonardo, prima B.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in recensioni di libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...