Lettera a Padre Antonio

18/ 02/ ’10

Caro Padre Antonio,

come sta? Come va il lavoro lì nella Repubblica Centrafricana? Qui da noi in Italia si è appena concluso il Carnevale; noi ragazzi lo aspettavamo con impazienza e trepidazione, perché in questo periodo ci divertiamo molto a giocare e a scherzare tutti insieme. Nel nostro Paese sono vive da molte generazioni tradizioni che noi siamo soliti rispettare. I giorni di Carnevale, martedì e giovedì grasso, siamo soliti mascherarci e festeggiare questo allegro evento. Un dolce tipico di questo periodo sono le chiacchiere; sono delle frittelle dolci rettangolari con l’ aggiunta di molto zucchero. Come passate voi il Carnevale? Usate mascherarvi e preparare dolci tipici? Avete altre usanze?
Passato il Carnevale, in Italia inizia un periodo di immensa riflessione sulla nostra persona e sulla nostra coscienza; inizia un periodo di sacrifici e di serietà: la Quaresima.
Questo tempo dura quaranta giorni, cioè il tempo che Gesù passò nel deserto, sacrificandosi e pregando Dio, suo Padre, di salvare tutta l’ umanità.
Questo periodo precede la festa più importante e significativa per tutte le persone di fede cristiana: è la Pasqua. 
In questo giorno si ha la "prova" dell’ Onnipotenza di Nostro Signore Gesù. Lì che usanze ci sono durante il periodo della Quaresima? 

La saluto e le auguro serenità e salute!

Saluti, Sara. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in missione padre antonio. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...