Racconto d'avventura

 I MISTERI DEL SUDAFRICA

… continua.

                          … leggono la scritta:

Se la prossima statua vuoi trovare
un’area ventosa dovrai scoprire…

I ragazzi non sanno dove potrebbe trovarsi la statuetta ed allora Alice propone di tornare dal capo del villaggio a chiedere informazioni. Il gruppo acconsente e ritorna al paesello.
Nelle vicinanze i ragazzi sentono strani rumori ed urla. Arriva un uomo del posto dicendo:- Aiutateci, hanno attaccato il nostro villaggio!!!
– Chi è stato!? Domanda Sharon con tono preoccupato.
– I nostri peggiori nemici: gli Ksu!!! Ribatte l’uomo.
Il gruppo corre verso il paese, a parte Alice che vorrebbe stare lì, ma senza via di uscita, li segue.
Giunti a destinazione, vedono che le case sono infuocate, bambini e donne che urlano terrorizzati ed alcuni sono feriti e presi in ostaggio. Alice, sconvolta, non riesce a trovare più il gruppo ed a un certo punto vede gli Ksu; allora cerca di scappare, ma i nemici le sono troppo vicini, così decide di difendersi con quello che ha: uno zaino; se lo sfila dalle spalle, lo afferra tra le mani sudate ed inizia ad agitarlo, facendosi spazio tra gli assalitori, che rimangono stupiti; allora la ragazza, non sapendo più che cosa fare e avendo atterrato tre Ksu, corre in direzione della casa del capo e, trovandola ancora intera, entra.
La casa è vuota, ma stanno per arrivare i nemici, ed Alice impaurita, innanzitutto si chiude dentro, poi cerca disperatamente un oggetto per difendersi e, varcando la soglia di una stanza abbastanza buia, trova finalmente un pugnale, con attaccata una chiave d’oro. Lei lo prende, anche se non sa a cosa fosse servita la chiave e cerca un luogo per nascondersi dai nemici e nel caso l’avessero trovata, avrebbe usato il pugnale come arma da difesa. Nel frattempo gli amici, cercano di spegnere il fuoco che invade le capanne e all’improvviso Morgan esclama:- E’ sparita Alice!!!
I ragazzi allora…

Continua tu…

Luca , Delia , Joshua , Lorenzo , Luciano  e Fabio , Terza B. 

Questa voce è stata pubblicata in i misteri del sudafrica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...