Promessi Sposi

Riassunto cap. XXX

Don Abbondio durante il tragitto, discute con le due donne perché sostiene che, se molta gente si sarebbe rifugiata nello stesso posto, come una calamita, avrebbe anche attirato i soldati: i lanzichenecchi. Giunti alla Malanotte, proseguono a piedi finchè non giungono al castello, dove l’Innominato li accoglie con calore, soprattutto Agnese, dicendole che a andar lì, nella sua dimora, le fa solo che del bene.
Entrati nel castello, vengono condotti in varie stanze; dopo circa un mese al castello, il pericolo dei lanzichenecchi passa e il curato, Perpetua e Agnese decidono di tornare al loro paese, il quale trovano come si aspettano: distrutto.
Qui le strade si dividono e quando Perpetua e Don Abbondio oltrepassano la soglia della casa, senza l’uso di chiavi, vedono che questa è ridotta in condizioni pessime: frammenti qua e là, tanfo, porcheria e molto altro.
Dopo Perpetua, ordinata da Don Abbondio, va a cercare i soldi nascosti davanti all’albero, ma non li trova e così, di nuovo, il curato inizia a brontolare.

Luca , Terza B.

Questa voce è stata pubblicata in i promessi sposi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Promessi Sposi

  1. anonimo ha detto:

    Bravo Luca hai saputo riepilogare il trentesimo capitolo dei Promessi Sposi in modo adeguato. Complimenti!!!!!!!Joshua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...