Promessi Sposi

Riassunto cap. XXXI-XXXII

Alla fine del 1629, nel Milanese tramite le truppe alemanne, entrò la peste, che di conseguenza si diffuse in buona parte d’Italia.
A Milano, questo contagio si inserì da un soldato che aveva avuto contatto con i tedeschi e quindi fu riaperto il lazzareto, il quale ospitò molto persone infette.
Molti dicevano che non era la vera e propria peste, mentre si diffuse con più convinzione che questo contagio veniva portato da persone che avevano polveri pestifere: gli untori; allora le autorità, dopo aver avuto il permesso dall’arcivescovo, fecero una processione per il paese, portando il corpo di San Carlo.
Il giorno successivo alla processione, la mortalità iniziò a crescere più velocemente e il contagio si diffuse sempre di più, tanto che i malati al lazzareto raggiunsero una cifra di circa sedicimila.

Luca , Terza B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in i promessi sposi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Promessi Sposi

  1. anonimo ha detto:

    Questo riassunto è molto chiaro! Compilmenti Luca!Mirco e Paolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...