Promessi Sposi

Riassunto cap. XXXIII

Una notte, proprio nel colmo della peste, Don Rodrigo, tornando a casa da una festa con tre suoi amici ed il Griso, comincia ad avvertire una strano malessere. Arrivati a casa se ne va a letto dicendo al Griso di prestare attenzione in caso che il signorotto avesse avuto bisogno di lui durante la nottata; così dicendo si distende a letto e tenta di addormentarsi.
Purtroppo, però, il malessere cresce fino a quando scopre di avere un bubbone. Chiede aiuto al Griso perché chiami un chirurgo che per denaro teneva nascosti i malati. Il Griso però, chiama invece i monatti perché lo portino al lazzareto, ma prima del padrone muore il Griso.
Anche Renzo si ammala di peste, ma riesce a guarire e allora decide di tornare da Lucia.
Per la confusione che portò la peste nessuno si curò di Renzo e nei suoi conti in sospeso con la giustizia. Verso sera arriva al suo paese, dove subito incontra Tonio, frastornato dalla peste. Renzo cerca di parlargli, ma l’uomo non lo riconosce. Successivamente incontra Don Abbondio, che rivela a lui la morte della povera Perpetua, anch’essa colpita dalla peste.
Renzo non trova nè Lucia nè Agnese e allora va in cerca di un posto in cui poter dormire la notte e così trova un letto a casa di un vecchio amico. Si addormenta con il pensiero che l’indomani sarebbe partito per Milano in cerca di Lucia.

Chiara , Terza B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in i promessi sposi. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...