La classe lavora in Archivio

Passaporto del XIX secolo.Il 9 Marzo, quando ci siamo recati in Archivio di Stato 1a Pontremoli abbiamo trovato i passaporti del periodo napoleonico. Ne abbiamo esaminato uno in particolare. Era composto su due fogli, nel primo c'era scritto in francese  e nel secondo c'era la traduzione in italiano e poi è stato diviso in metà, perché  una parte la prendeva il richiedente e l'altra la teneva l'ufficio. In ogni passaporto vi erano scritti il nome, l'età  e le caratteristiche fisiche (altezza, capelli, occhi…) della persona; il lavoro che andava a svolgere, la sua provenienza e la località in cui voleva trasferirsi. Poteva andare a svolgere lavori stagionali, come era per lo più, o lavori fissi.

In entrambi i casi l'individuo doveva conservare il passaporto per il rientro nella sua località natia.

Fabio, seconda B.

Questa voce è stata pubblicata in didattica, eventi, fotografie, schede di storia geografia, territorio e folclore. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...