Carte… d' Archivio

Visita all'Archivio di Stato


Il giorno 9 Marzo 2011, noi ragazzi della seconda B ci siamo recati all'Archivio di Stato di Pontremoli.4
L'Archivio di Stato si trova in località della S.S. Annunziata ed è ospitato nell'antico convento degli Agostiniani.
Subito la Responsabile ha cominciato a spiegare cos'è e a che cosa serve un archivio. Il nostro archivio dipende da quello di Massa ed ospita moltissimi documenti che vanno dal 1495 al 1961, i documenti prima del 1495 sono andati persi nell'incendio causato da Carlo VIII che mise a ferro e fuoco Pontremoli; gli unici documenti che sono "soppravvissuti" sono quelli notarili, perché i notai portavano questi "libri" a casa, fuori dalle mura di Pontremoli.
I dati che sono contenuti a Pontremoli sono: archivi notarili, archivio dell'ospedale e della pretura, poi ci sono anche tutti i reati commessi dai cittadini, le denunce e altri dati importanti relativi ai fatti avvenuti a Pontremoli.
Questa sigonra ci ha spiegato che i libri erano molto vecchi e malandati, quindi il personale dell'Archivio li ha mandato a Roma per essere restaurati. Questa procedura è molto costosa perché rilegano il libro, ne rifanno la copertina eEstimo del XVII secolo. se ci sono pagine strappate o dei pezzi di pagina, vengono incollati su una pagina nuova. Durante il restauro sono state rinvenute, tra le pagine, alcune carte da gioco o tarocchi. Questa che vedete è il 4 di spade e fa parte di un gioco di 78 carte della seconda metà del Cinquecento, diffuso nell'area centro nord d'Italia.
Dopo  abbiamo continuato il nostro percorso e la signora ci ha accompagnato in un'altra stanza piena di scaffali su cui erano riposti tantissimi libri, c'erano: atti civili, archivio dell'ospedale di S. Lazzaro, istanze (richieste), furti, suppliche, Consigli generali e rurali, precetti e catasti. La signora Graziella ha preso un grosso libro dallo scaffale.
Lo ha riposto su un tavolino e lo ha aperto, ci ha fatto vedere che era tutto scritto abbreviato, a mano, in latino e la carta era carta-pecora. Questo era un libro catastale della zona della Lunigiana; la fotografia qui a sinistra è una pagina di questa raccolta ed è un estimo del 1683 delle parrocchie della città di Pontremoli, abbellito da un disegno della Madonna.

Gretha, Luigi, seconda B

Questa voce è stata pubblicata in diari, didattica, eventi, fotografie, schede di storia geografia, territorio e folclore. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Carte… d' Archivio

  1. HistoriaVbc ha detto:

    Complimenti: bellissima iniziativa!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...