Il mio racconto

Omicidio di famiglia

Seconda parte

I due si dividono, Jack segue Lily e Mary al piano di sopra, Jack anticipa Lily e Mary e si nasconde nell'armadio.
Le due donne chiudono a chiave la porta e Lily cominciò a parlare:
– Ci ha scoperto, quel maledetto investigatore, ma come ha fatto?
– É un genio, ci arresterà!
– Oh, non lo farà, prendiamo il tunnel, raggiungiamo David, lui ha il testamento, l'industria è nostra. – Lily, si era diretta verso un armadio, lo aprì e scoprì un tunnel – andiamo madre!
– Voi non andate da nessuna parte – Jack era uscito dall'armadio e ora puntava la pistola su Lily, con il dito sul grilletto – non ti muovere se vuoi restare in vita.
Lily scattò per entrare nell'armadio e scendere il tunnel, ma Jack fece partire un colpo che colpì la gamba della ragazza che cadde all'indietro urlando di dolore.
William allarmato dallo sparo salì al piano di sopra seguiti da alcuni agenti che sfondarono la porta ed entrarono.
La madre fu ammanettata e condotta di sotto mentre la ragazza fu portata giù con una barella dei paramedici giunti per portare via il cadavere di James.
Ora Tack, Jack, William, Alfred, Leonard, Mary e Lily erano nel salotto.
– Loro non sono gli assasini, ma i complici, hanno fatto fare il lavoro sporco ad un'altro, il fidanzato di Lily, David Legeryn, appassionato di tiro al piattello, me l'ho ha detto Alfred, quando l'ho interrogato,mi ha detto che veniva spesso alla villa. Quando sono arrivato, per sbaglio ho spaccato il muro e ho visto che era vuoto e c'era una scala, un tunnel, è molto frequente nelle vecchie case. David è stato in casa tutto il giorno, come Lily. Quando la sera, James è andato nel suo studio, David lo ha preso da dietro e gli ha sparato, aveva le chiavi della cassaforte, ricevute da Lily insieme a quelle della casa, ha preso il testamento ed è scappato, Lily non sembrava molto triste per la morte del padre e alcune cose non tornvano, e lei aveva il movente, il testamento. Quanto a Mary, fingeva molto bene, ma credo che non era stata un'idea sua. Spiegò Jack con velocità.
– Prendete queste persone e portatele in caserma, poi le interrogheremo. Disse William all'ispettore Tack consegnandole le due donne.
– Tu volevi l'azienda di papà, così l'hai ucciso e hai preso il testamento per cambiarlo, ti ho sempre odiato, anche lui ti odiava, sei un mostro, quanto a te mamma, perché hai voluto aiutare questa pazza?. Urlò Leonard a Lily e Mary.
– Mi dispiace figliolo, mi ha convinto lei. Disse piangendo Mary al figlio, mentre veniva messa sulla volante della polizia.
– Ora dobbiamo trovare David, ma credo che ci basterà seguire il tunnel, voi due andiamo a prendere l'assassino, ricordatre di stare attenti il soggetto potrebbe essere armato! Disse William, chiamando alcuni agenti di polizia.
Così William e gli agenti, presero le pistole e indossarono il giubotto anti-proiettili, si diressero verso il tunnel e lo percorsero dopo cinque minuti, uscirono dal tunnel e si ritrovarono in un prato e lì vicino una casa.
– Il soggetto dovrebbe essere la dentro. Disse William agli agenti.
Gli agenti si avvicinarono alla casa senza far rumore sfondarono la porta, David era seduto su una sedia intorno ad un tavolo nella cucina, accanto alla porta di ingresso, lui vedendo gli agenti tentò di scappare, capendo di essere stato scoperto, ma gli agenti lo bloccarono e lo ammanettarono, dopo William chiamò due volanti, per prendere in custodia David e l'altra per accompagnare William da Jack.
Dopo cinque minuti William era di nuovo alla villa.
– É quasi mezzanotte, circa quattro ore per risolvere un caso, un record! Disse scherzando William all'amico che stava chiamando il taxi che li avrebbe riportati a casa.

Luigi, seconda B.

Questa voce è stata pubblicata in racconti brevi. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...