I Promessi Sposi

Riassunto capitolo XXIX

Nella loro discesa verso Mantova, i Lanzichinecchi si avvicinano al paese dei Promessi Sposi. La notizia del loro imminente arrivo spinge la gente alla fuga, portando con sé le poche cose trasportabili. Don Abbondio, in preda al panico, ha come unico punto di riferimento Perpetua e la intralcia con le sue apprensioni, mentre ella si affanna a predisporre il necessario per la partenza. Agnese, ricordandosi delle promesse di aiuto dell’Innominato, pensa di trovar rifugio nel suo castello; per farsi riconoscere, però, ha bisogno di don Abbondio. Così i tre si allontanano insieme dal paese. Durante il viaggio, Agnese, Perpetua e don Abbondio, passando dal paese del sarto, ne approfittano per fargli visita. Da lui vengono a sapere che l’Innominato ha predisposto il suo castello a rifugio per chiunque vi voglia andare. Dopo la breve sosta, i tre ripartono con un barroccio trovato dal sarto.

Michelangelo, di terza B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in i promessi sposi. Contrassegna il permalink.

Una risposta a I Promessi Sposi

  1. anonimo ha detto:

    Bravo Miki, hai sintetizzato il capitolo in modo molto chiaro e scorrevoleNicolò  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...